• Via Calabria, 13, 00010, Villa Adriana (Roma)

Acque domestiche: ecco come potremo riutilizzarle

E’ in arrivo dagli USA il pannello solare che risana le acque domestiche attraverso una micro-ottica.

Il problema ambientale diffuso in quasi tutto il mondo è la scarsità d’acqua. L’architetto M. Paz Gutierrez sta conducendo un lavoro a Berkeley, presso l’Università della California, per tentare di risolvere questo problema.  La ricerca e il lavoro che l’architetto Gutierrez sta portando avanti, dimostrano come il campo dell’edilizia sia in piena trasformazione.

La Gutierrez è affiancata dall’ingnegnere ambientale Slav Hermanowicz e dal bioingegnere Luke Lee, ed è attraverso l’insieme di queste discipline che si tenterà di sconvolgere le modalità di riciclo dell’ acqua.

Questo è il futuro dei sistemi di edilizia sostenibile: processi di ottimizzazione sinergici che rappresentano una soluzione doppiamente vincente dalla scala locale a quella globale”, spiega Gutierrez. “Ci sono vantaggi per l’utente finale perché sta utilizzando meno acqua e meno energia, per la comunità perché in questo modo ha meno minori volumi di reflui da trattare, per l’ambiente perché non evitiamo l’introduzione di nuovi contaminanti. Questa è la differenza fondamentale tra questo progetto e altri sistemi edilizi.

 A sostegno del progetto è intervenuta la National Science Foundation (NSF), grazie alla quale il team è riuscito a realizzare un pannello solare termico capace di risanare le acque domestiche provenienti da docce, lavandini e lavatrici. Non si tratterà ovviamente di acque potabili,  ma riutilizzabili negli scarichi dei servizi igienici, o per l’irrigazione di giardini.

Il punto centrale dell’invenzione è l’impiego dei pannelli solari, sarà infatti possibile rigenerare le acqua attraverso una micro-ottica integrabile all’interno delle pareti dell’edificio, il tutto avverrà attraverso il solo utilizzo della luce naturale.  La tecnologia è in fase di costruzione, ed entrerà sul mercato ad un prezzo conveniente entro il 2020.

Fonte: http://www.rinnovabili.it/innovazione/pannello-solare-ricicla-acque-grigie-666/

Read More

Sostenibilità energetica: Iva al 50% con il Decreto Milleproroghe

L’Ance conferma la riduzione al 50% dell’Iva per l’acquisto di case in classe A e B

La legge di stabilità del 2016 aveva introdotto la detrazione dell’Iva al 50% per l’acquisto di case ad alta efficienza energetica. L’incentivo, scaduto il 31 dicembre scorso, oggi è stato prorogato per tutto il 2017. L’Italia dimostra il suo interesse nel volersi confrontare con il tema della sostenibilità energetica e nel voler puntare ad un urbanistica caratterizzata da edifici di qualità.

Gabriele Buia, presidente dell’Ance, a seguito della reintroduzione dell’incentivo, individua in questa manovra politica delle grandi potenzialità per la crescita e la rigenerazione urbana del Paese:” La proroga a tutto il 2017 della riduzione al 50% dell’Iva per l’acquisto di case ad alta efficienza energetica è un importante segnale di attenzione che va nella direzione di promuovere una politica delle costruzioni orientata al rinnovo urbano con edifici di qualità”. Sono infatti previste per i prossimi anni numerose manovre di salvaguardia dell’ambiente che possano diminuire l’inquinamento, stimolare la crescita del mercato residenziale e rilanciare l’economia del Paese veicolando la domanda verso un mercato immobiliare di qualità.

Fonte: http://newsimpianti.it/taglio-iva-50-case-efficienza-energetica/

Read More

Clima ed Energia rinnovabile: 100 milioni per ricerca e innovazione

Verranno stanziati nuovi fondi da 100 milioni entro la fine dell’anno per finanziare la ricerca e l’innovazione sulle rinnovabili

Il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, durante un’esame in commissione Ambientale del Senato, è intervenuto sulla Strategia energetica Nazionale illustrando le nuove politiche attuate dal Governo su clima ed energia. Galletti ha sottolineato gli aspetti principali del Piano nazionale per l’energia e il clima 2015-17 richiesto nel campo dell’Unione dell’Energia. Il piano prevede entro fine anno uno stanziamento di 100 milioni che verranno destinati alla ricerca nel campo delle rinnovabili e che si aggiungeranno alle risorse finanziate in precedenza dall’Europa e dai privati.

Per quanto riguarda l’ammodernamento delle reti dell’eolico e del fotovoltaico il Piano di sviluppo della rete di trasmissione nazionale individua gli interventi di potenziamento necessari per il ritiro integrale dell’energia degli impianti a fonte rinnovabile, anche con l’utilizzo di sistemi di accumulo” queste le parole del ministro Galletti per sottolineare i passi importanti fatti nel campo dell’energia rinnovabile grazie alle recenti normative.

Le rinnovabili oggi rappresentano più del 17% della quota di consumo finale del nostro paese, un dato che dimostra come il cambiamento economico- culturale sia in linea con gli obiettivi da raggiungere entro il 2020. Il settore dell’ energia rinnovabile oltre ad avere un impatto positivo sull’ambiente, consta di un alto potenziale occupazionale e produttivo, tale da rendere i professionisti del settore indipendenti dagli aiuti statali. Questi risultati hanno portato le imprese rinnovabili ad entrare in competizione tra loro, a conclusione di ciò Galletti consiglia gestire al meglio il cambiamento senza perdere di vista gli obiettivi principali. Bisognerà concentrarsi sulle keys industry definendone strategie e nuovi strumenti che rispettino le regole dell’autocomnsumo e che puntino all’utilizzo di tecnologie avanzate e produttive.

Fonte: http://newsimpianti.it/rinnovabili-100-milioni/

Read More